Bruni Glass – Infografica

Design raffinato, grande versatilità e varietà.

La video infografica di presentazione dei prodotti Bruni Glass.

In sintesi

Bruni Glass voleva un video da proiettare in occasione di Expo 2015 che raccontasse il ruolo dei contenitori lungo tutta la storia dell’uomo.
Soluzione: Don’t Movie ha realizzato un video in motion graphics che, attraverso diverse epoche storiche, mostra come i contenitori abbiano contribuito in diversi modi a migliorare la vita dell’uomo.

Il cliente

Al secolo Vetrerie Bruni srl oggi Bruni Glass spa è uno dei maggiori produttori e distributori di contenitori di vetro in Europa. I suoi prodotti vengono utilizzati dalle più importanti industrie alimentari da oltre 40 anni e sono apprezzati sia per il loro raffinato design che per la loro varietà e la loro elevata specializzazione.

A conferma della sua ormai consolidata leadership, Bruni Glass ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 9001:2008 per la progettazione e gestione della produzione di contenitori e flaconi in vetro per l’industria.

Il partner

Adv Activa è una realtà affermata e presente nel mondo della comunicazione da oltre 15 anni. Ha realizzato numerosi progetti di advertising a 360° sia sul territorio italiano che sul mercato estero, ed è un’agenzia in continua evoluzione, sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

Infatti oggi Adv Activa fa parte di una holding di comunicazione che offre servizi di consulenza strategica e si occupa di media, eventi, public relations e comunicazione digitale.

La richiesta

Bruni Glass voleva una video in motion graphics originale che svelasse la spesso sottovalutata importanza dei contenitori nella quotidianità dell’uomo. Questi oggetti vengono spesso dati per scontati, ma come sarebbe la nostra vita se non esistessero?

Ecco quindi un viaggio a cavallo del tempo per mostrare come sono cambiate le abitudini dell’uomo grazie all’utilizzo di contenitori di varia foggia.

La lavorazione

Il video è stato realizzato in After Effect con un movimento di camera 3D sulla parallasse. Per ottenere questo effetto è stato necessario comporre tra loro diverse fotografie su altrettanti livelli in 2D, in modo da creare profondità nel setting.

Una volta strutturata l’ambientazione sono stati poi realizzati i movimenti di camera che, spostando l’inquadratura e il fuoco, mettono in risalto il contenitore proprio del periodo analizzato.

Al fine di rendere il tutto più chiaro sono stati inseriti dei brevi testi inseriti in sovrimpressione per raccontare l’influenza dei contenitori sulla vita di tutti i giorni.

Infine, per un risultato finale ancora più dinamico, sono state animate con la tecnica puppet alcune delle fotografie e sono stati aggiunti degli inserti video.