Shortfilm – Attesa

12 12 69. Una data che non si dimentica.
Raccontare una strage con gli occhi di chi aspetterà per sempre un amico, una persona cara o giustizia.

 In sintesi

Don’t Movie voleva: raccontare la tragedia di Piazza Fontana in modo evocativo e alternativo

Soluzione: Don’t Movie ha pensato ad un cortometraggio che si concentrasse sul ‘dopo sottile’, l’attesa di chi non ha più visto tornare a casa una persona cara.

Esito: diffusione al cinema Gnomo nella giornata in memoria delle vittime di Piazza Fontana (2008)

Il progetto

Don’t Movie, in occasione della giornata delle vittime di Piazza Fontana, ha voluto dare il suo personale contributo con un video commemorativo che non si concentrasse sulla tragedia in sé ma sulle conseguenze che ha portato, non in ambito politico ma personale.

La lavorazione

L’ideazione è stata una fase molto difficile, perché difficile era il tema con cui Don’t Movie si è confrontata. Alla fine l’attenzione si è concentrata sull’attesa di chi, nell’immediato successivo alla tragedia, ha aspettato invano una caro per cena o per un appuntamento: una tremenda attesa che sarebbe durata in eterno. Don’t Movie è andata anche oltre mescolando queste situazioni con atmosfere oniriche di colori e materiali, per testimoniare come l’Italia (rappresentata dai colori dominanti del cortometraggio) abbia visto trasformarsi l’evento in un’inferno di carta e burocrazia che ha nascosto colpe e verità.