ICC – Stop

Corridoi, impiegati impegnati alle loro scrivanie, eccellenze, sale riunioni, prodotti e servizi.
Ecco, niente di tutto ciò nel video aziendale più controverso del web.

In sintesi

ICC voleva: un video aziendale classico, che raccontasse in modo chiaro e sintetico la pluralità della loro offerta.

Soluzione: Don’t Movie ha studiato un vero e proprio cortometraggio aziendale, una sceneggiatura intelligente per informare e divertire allo stesso tempo.

Esito: conquista del “Secondo Premio Filmato Aziendale” al concorso nazionale  “Movie&Co 2007” e migliaia di visualizzazioni sul sito dell’Azienda.

Il cliente

ICC offre servizi completi per la realizzazione di strutture commerciali e ad alta affluenza di pubblico, agendo come consulente globale specializzato in studi di fattibilità, concept, consulenza alla progettazione commercializzazione e gestione di centri e parchi commerciali.

La collaborazione

Il rapporto fra Don’t Movie e ICC nasce nel 2007 nell’ambito del concorso nazionale Movi&co. Don’t Movie realizza il filmato “STOP” vincendo il “Secondo Premio Filmato Aziendale”. Movi&Co. è un concorso per giovani videomaker dai 18 ai 35 anni per l’ideazione e la realizzazione di progetti video per la comunicazione aziendale.

La richiesta

ICC voleva spiegare in modo chiaro la varietà dei suoi servizi, una vera e propria copertura a 360° nella progettazione di spazi commerciali. Il briefing però è stato estremamente stimolante: dopo una panoramica della loro storia e della loro mission, ICC ha deciso di lasciare ampia libertà creativa a Don’t Movie, scelta che si è poi rivelata vincente.

La lavorazione

Don’t Movie, pensando lateralmente, ha saputo creare una sceneggiatura unica nel suo genere, un cortometraggio aziendale che, grazie ad una situazione e a quattro personaggi, è riuscita ad esprimere in modo divertente ed innovativo i servizi del Cliente. Distaccandosi da ciò che è tradizionalmente concepito come ‘video aziendale’, Don’t Movie è andata oltre le classiche panoramiche aziendali accompagnate da un testo speakerato con una storia che ha preso in giro proprio queste logiche, declassando qualsiasi altra produzione ‘tradizionale’ e dando nuovi significati alla categoria. La sceneggiatura infatti ha come setting proprio una sessione di speaking per un video aziendale ‘classico’, in cui un ipotetico ‘Cliente’, alter ego del pensiero della Don’t Movie, mette in crisi i protagonisti della comunicazione tradizionale (lo ‘speaker’ ed il ‘regista’) con una critica puntuale del loro operato: il tutto riuscendo a comunicare parallelamente i servizi dell Cliente di riferimento.

Utilizzo

Il video ha ottenuto il secondo premio al concorso nazionale “Movie&Co 2007” e la massima soddisfazione del Cliente.

Curiosità

Il video è stato girato interamente in una notte presso “Cavò Studio Recordingsite” di Azzano San Paolo (BG)

Mentre l’audio di regista, speaker e tecnico sono stati registrati in presa diretta grazie alle attrezzature dello studio, quello dell’attore che impersona il cliente è stato realizzato in fase di doppiaggio.

Giorgio Perno, l’attore che interpreta il regista, oggi ha un’avviata carriera di… speaker e doppiatore!