ING Direct – ING Run! 2014

Una banca ed un grande obiettivo.

ING Direct si mette a correre per l’Unicef.

In sintesi

ING Direct voleva: un video per coinvolgere i propri dipendenti in un’attività dall’elevato valore sociale.

Soluzione: Don’t Movie, coordinata da We Are Social, ha ideato e realizzato una video call to action per invogliare gli spettatori a… correre per Unicef!

Esito: grande successo dell’iniziativa e citazione del video sul sito ufficiale di Unicef.

IL CLIENTE

ING Direct è la prima banca on line in Italia per numero di clienti. E’ parte del gruppo ING, uno dei maggiori gruppi bancari e assicurativi del mondo, nato nel 1991 dalla fusione tra Nationale Nederlande e Nmb Postbank Grup. Ha sede ad Amsterdam e serve nel mondo 48 milioni di clienti.

IL PARTNER

We Are Social è una conversation agency, con uffici a Milano, New York, Londra, Parigi, Monaco di Baviera, Singapore, Sydney e San Paolo. Il loro obiettivo è aiutare le marche ad ascoltare e comprendere le conversazioni che hanno luogo sui social media, per potervi prendere parte in modo attivo e rilevante. La loro missione è costruire un universo ‘social’ che possa arricchire l’unidirezionale comunicazione convenzionale.

LA RICHIESTA

Il 18 giugno 2014, a Milano, è stato il giorno di “ING RUN for UNICEF”, la corsa benefica organizzata dalla banca a favore dell’Unicef. L’evento, parte di una “staffetta” mondiale fra tutte le sedi ING Direct, ha visto i dipendenti sì correre per i bambini del mondo, ma anche elargire offerte per il Fondo Nazioni Unite per l’Infanzia. Offerte poi “raddoppiate” da ING stessa.

La richiesta fatta a Don’t Movie da parte di We Are Social, conversation agency responsabile della comunicazione web del Gruppo, è stata quella di ideare e realizzare un video capace di dare ai dipendenti il giusto stimolo ad indossare scarpe da running… e correre!

LA LAVORAZIONE

Il primo passo fatto da Don’t Movie è stato mettere al lavoro l’intero team creativo per presentare una serie di script coerenti con l’obiettivo di comunicazione. Fra le varie proposte è stata scelta quella di ricreare una piccola caccia all’indizio all’interno della sede ING Direct di Milano… fino alla sorpresa finale sul tetto.

A questo punto si è reso necessario un sopralluogo in sede, in modo da verificare spazi, percorsi ed individuare gli ambienti migliori in cui realizzare le riprese video.

Strutturato un primo piano regia, la casa di produzione ha realizzato un action live storyboard, un vero e proprio video mockup di quello che avrebbe realizzato (visibile qui). Su esplicita richiesta del cliente, infatti, sia i dipendenti che i dirigenti sarebbero dovuti essere impegnati per il minor tempo possibile. Realizzando un mockup già montato Don’t Movie ha potuto individuare preventivamente i migliori movimenti di macchina e le riprese strettamente necessarie al montaggio finale, così da ottimizzare al massimo i tempi di ripresa.

Nel frattempo il gruppo produzione si è occupato del reperimento dei materiali: dalle impronte arancioni applicabili per la sede, alla grafica e la stampa dello striscione posizionato sul tetto, fino ai tavolini e al tappeto arancione.

Il giorno di shooting sono state messe in campo due squadre: una logistica dedicata agli allestimenti, ed una tecnica di ripresa con operatore steadycam, assistente e regista dedicato alla gestione degli attori. In questo modo, in meno di quattro ore di ripresa, sono state realizzate le quaranta inquadrature necessarie.

Il montaggio ha seguito precisamente quello pre-approvato dal Cliente e da We Are Social grazie al live action storyboard, così da consegnare il video, rifinito con la giusta color correction, in tempi brevissimi.

I RISULTATI

Oltre alla piena soddisfazione del Cliente e dell’Agenzia, il video è stato citato anche dalle pagine web del sito ufficiale di Unicef.

Tutti i lavori per lo stesso cliente