IULM – Open Space

Un nuovo edificio completa un campus già eccellente.
Riprese aeree e interni di design per il nuovo “Iulm Open Space”.

IULM

In sintesi

IULM voleva mostrare le proprie nuove strutture, mettendone in risalto l’architettura e il design.

Soluzione: Don’t Movie ha realizzato un breve video illustrativo degli ambienti dell’Ateneo utilizzando anche riprese aeree con drone SAPR.

Il cliente

La Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano è nata nel 1968 concentrando la sua attenzione sullo studio delle lingue. Dagli anni ’80 è stata la prima università in Italia ad inserire nella propria offerta formativa corsi specifici nel campo della comunicazione. Oggi, con quattro facoltà, numerosi master e corsi post-experience, è un punto di riferimento culturale nei settori delle lingue, del turismo, della comunicazione e della valorizzazione dei beni culturali.

La richiesta

IULM desiderava far conoscere, sia ai propri studenti che a soggetti esterni potenzialmente interessati all’utilizzo degli spazi, i nuovi ambienti di “Iulm open space”, la struttura da poco entrata a far parte del campus universitario.

Il duplice obiettivo comprendeva anche la messa in luce delle caratteristiche architettoniche ed il ruolo fondamentale degli edifici nell’opera di riqualifica del quartiere.

La lavorazione

La casa di produzione video Don’t Movie ha realizzato delle riprese sia all’interno degli ambienti – per mostrarne le caratteristiche di design – che all’esterno degli edifici per evidenziarne le peculiarità architettoniche.

La necessità di mostrare l’opera di riqualifica del quartiere è stata resa al meglio grazie all’utilizzo di riprese aeree con drone SAPR dell’area di Milano in cui è situata l’unviersità. All’interno, invece, l’alternanza fra le scritte già presenti in location e la ripresa dei diversi ambienti, ha permesso di rendere il più possibile chiara l’identificazine delle diverse aree mostrate.

 

 

Tutti i lavori per lo stesso cliente