Slowear – A slow tale

Hai sempre sognato di creare il tuo film?

Don’t Movie produce “A slow tale”, il brand content di Slowear.

In sintesi

Slowear voleva realizzare un cortometraggio di brand content, partendo dalla sceneggiatura vincitrice del concorso “A slow tale”.

Soluzione: Don’t Movie ha seguito l’intero processo produttivo, dall’adattamento della sceneggiatura alla post-produzione del video realizzato

IL CLIENTE

Slowear è il gruppo che controlla quattro marchi di alta gamma specializzati nelle rispettive categorie di prodotto.

Tutti i brand propongono collezioni di gusto informale accomunate dalla stessa filosofia e caratteristica di prodotto: modernità, materiali di altissimo livello e look fortemente caratterizzato. I quattro marchi che fanno capo al gruppo: Incotex, Zanone, Glanshirt e Montedoro.

LA RICHIESTA

“Credi che il consumismo sia superato e il futuro sia Slow? Hai sempre sognato di creare il tuo film per comunicare

ed emozionare?” Con questa frase, a inizio 2013, Slowear ha lanciato un vero e proprio contest per sceneggiatori. In questo modo il pubblico ha avuto modo di raccontare, attraverso l’ausilio di una piattaforma web, i valori del Brand attraverso il linguaggio cinematografico. Selezionata la migliore fra più di 200 sceneggiature pervenute, Slowear ha affidato a Don’t Movie la produzione e la regia del cortometraggio brand content vincitore: “Le ali degli angeli”, di Alessio Billi.

LA SOLUZIONE

Innanzitutto Don’t Movie si è occupata di effettuare una prima revisione della sceneggiatura, in modo da renderla compatibile con le esigenze di budget del cliente. In seguito ha seguito tutte le fasi della produzione del video richiesto: individuazione delle location necessarie, casting, piano regia, logistica e trasporti della troupe.

Lo shooting, durato due giorni, ha visto coinvolte diverse location, dalla campagna biellese a quella brianzola. L’obiettivo era quello di trasmettere i valori di “vita slow” che, lo sceneggiatore, ha scelto di identificare con metafore culinarie e agricole, oltre che attraverso le relazioni interpersonali.  Anche per questo motivo si è deciso di adottare uno stile registico diretto, privo di manierismi, aderente alle persone e alla realtà della situazione.

In fase di post-produzione si è poi provveduto ad aggiungere ai dialoghi registrati in presa diretta la colonna sonora, mentre la parte di montaggio è stata portata avanti congiuntamente seguendo le indicazioni del Cliente e con la supervisione del vincitore del concorso.

Per vedere il backstage fotografico del cortometraggio clicca qui.

Tutti i lavori per lo stesso cliente