Tribunale di Rimini – Giornata Europea della Giustizia 2012-2013

Studenti alla sbarra.
Un video reportage per la Giornata Europea della Giustizia.

In sintesi

Tribunale di Rimini voleva: raccontare il successo dell’iniziativa europea, informando sui contenuti anche chi non aveva potuto partecipare.

Soluzione: Don’t Movie, si è occupata della copertura video dell’intera giornata, raccogliendo testimonianze ed interventi e realizzando un coinvolgente video reportage.

Il Cliente

Da diversi anni il Tribunale di Rimini, supportato da tutto il settore giustizia della città, aderisce con passione all’iniziativa europea della Giornata della giustizia civile, che si svolge parallelamente in tutti gli stati d’Europa. Gli organi di giustizia congiuntamente con l’impegno dei privati del settore, sviluppano un tema con l’obiettivo di sensibilizzare alla legalità i più giovani, mettendo in atto processi simulati e incontri informativi. Il tribunale apre così le proprie porte alla città e soprattutto alle scuole.

La richiesta

Il tribunale di Rimini voleva promuovere l’iniziativa europea della giornata della Giustizia Civile, documentando l’operato degli addetti ai lavori e il riscontro avuto con i ragazzi delle scuole di Rimini. Era importante riuscire a sottolineare la passione e la dedizione che tutti gli organi di Giustizia ogni hanno mettono in gioco, con l’intervento diretto di figure importanti, come il presidente del Tribunale, Il Sindaco di Rimini e il Presidente della Provincia.

La Lavorazione

Don’t Movie, a seguito di una prima fase di briefing, ha definito insieme agli operatori del Tribunale una linea narrativa, programmando la ripresa di alcune video interviste. Durante la Giornata Europea della Giustizia Civile, Don’t Movie ha effettuato le riprese degli eventi organizzati, dal saluto iniziale ai vari processi simulati che si tenevano contemporaneamente in diverse aule di udienza del Tribunale di Rimini. Inoltre Don’t Movie ha raccolto diverse testimonianze a caldo, dando maggior spazio alla componente umana.

In fase di postproduzione si è poi scelto di selezionare gli interventi che valorizzassero il lato formativo dell’iniziativa, realizzando un montaggio dinamico e strettamente legato alle dinamiche della musica di accompagnamento. Il risultato è un filmato istituzionale dal taglio curato e dinamico, capace da un lato di comunicare contenuti, dall’altro di raccontare l’emozione della partecipazione.